QUESTO SITO VUOLE RIUSCIRE A DARE UNA PANORAMICA SUL MONDO DELLA PIETRA NATURALE ED IN PARTICOLARE SUL PORFIDO

Materiale, quest’ultimo, tra i più belli ed interessanti dal punto di vista morfologico ed estetico ma di cui non sempre se ne conoscono le caratteristiche specifiche quindi cercheremo di darvi delle delucidazioni su un prodotto secondo noi unico per arricchire le vostre abitazioni o i vostri cantieri

I porfidi sono prodotti effusivi originatisi durante il periodo PERMIANO INFERIORE, ed appartengono alla cosi detta PIATTAFORMA PORFIRICA ATESINA. Queste rocce estremamente varie sono la diretta conseguenza di una intensa attività tettonica sviluppatasi con eruzioni lineari attraverso numerose fratture. L’ attività vulcanica si è prolungata per parecchi milioni di anni con un susseguirsi di fasi eruttive e fasi di stasi. Tra le rocce effusive presenti gli ignimbriti sono le più importanti perché è da queste che si estrae il porfido da taglio e da pavimentazione, tali rocce presentano infatti un aspetto lastriforme con strati paralleli. Tale colata ignimbrica copre la superficie di circa 7500 kmq per uno spessore di circa 100-200 m. Il porfido è composto da minerali ed in particolare da quarzo, sanidino, plagioclasio, biotite, pirosseni e pasta vetrosa, questa struttura favorisce una maggiore lastrificazione della struttura ed un aumento delle caratteristiche tecniche(elevato carico di rottura ed elevata resistenza agli agenti chimici). Ecco perché il porfido risulta essere uno dei più importanti materiali da pavimentazioni e da rivestimento.